Su di me

Intervista: catturare l’anima attraverso la luce

Ritratto & Light Painting

Salve a tutti, condivido con voi questa intervista pubblicata su “il Mattino” qualche giorno fa. Sono stata felice di parlare della mia passione e di ciò che voglio trasmettere attraverso la Luce. Buona lettura e fatemi sapere cosa ne pensate. Maria.

Maria, Light Painting per fotografare l’anima.

La Saggese, con i miei scatti cerco la luce interiore.

di Viviana Navarra.

La ricerca del proprio io passa attraverso la luce. Maria Saggese lo ha sperimentato. E lo dice nelle foto. Senza voce. Al buio. Con la sola fiamma dell’immaginazione ad indicarle la strada tra emozioni e sperimentazioni. La fotografa salernitana classe 1992, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Napoli, occhi grandi ed intensi come la sua passione per le istantanee, è la rappresentante italiana del Light Painting World Alliance, organizzazione internazionale di artisti di Light Painting. “E’ una tecnica fotografica che permette di “pitturare” un soggetto controllando con maestria una fonte luminosa proprio come se fosse un pennello- spiega. Si tratta di un procedimento da eseguire in un luogo buio, lasciando aperto l’otturatore della macchina fotografica e utilizzando una o più sorgenti mobili: accendini, laser, fibre ottiche. Qualsiasi cosa emetta luce può diventare potenzialmente il nostro pennello. Il necessario tempo di posa prolungato,poi, permette di mescolare realtà e fantasia.

Maria parla ed il suo viso si illumina di entusiasmo: “Mi sono avvicinata al Light Painting tre anni fa per un compito assegnato all’Accademia. E’ stato un vero e proprio colpo di fulmine, non sarei più potuta tornare a fotografare come prima. E’ un universo di tecnica ed arte che mi ha aperto gli occhi su ciò che voglio veramente: cercare la mia luce interiore. La mia, e quella delle persone che fotografo.”  Ispiratore indiscusso della talentuosa Saggese, oltre al fotografo Paolo Roversi con i suoi chiarori soffusi che prestano il fiano ad atmosfere malinconiche ed eteree, è l’indimenticabile artista statunitense Man Ray a cui si deve l’invenzione dei Rayographs, fotografie ottenute per interposizione dell’oggetto tra la carta sensibile e la fonte luminosa. “Il light painting – aggiunge Maria, che il 20 e 21 Novembre terrà un workshop su questa forma d’arte negli spazi di ScuolaSi in Via Carmine – riesce a rendere visibile l’invisibile.” Già. A liberare l’immaginazione, proiettandola in uno spazio senza confini che sa di surreale, di mistico. ” Le scie di luce che realizzo sono, per chi sa guardare, scie dell’anima.” Emanazioni di spirito leggero come l’aria che avvolgono il corpo e lo proteggono, lo riparano. Come un abbraccio. Un abbraccio divino.

Fonte: Il Mattino di Salerno, Domenica 1 Novembre 2015.


Maria, Light Painting to capture my Soul.

Saggese, with my Art I find my inner light.

article by Viviana Navarra.

Maria Saggese finds herself through the light. She shows it in her images. She’s in the dark. With only the flame of imagination to show her the way between emotions and experiments.

She’s a Fine Art Photographer, born in 1992 and based in Salerno (Italy) graduated at the Academy of Fine Arts in Naples . She’s Italy representative of Light Painting World Alliance, an international organization of Light Painting artists. “It ‘s a technique that allows to” paint “a subject controlling a light source just like a brush – She explains. In a dark place, leaving open the shutter of camera and using one or more light sources: torches, lasers, optical fibers. Any light source can potentially become our paintbrush. The long exposures allows to mix reality and fantasy.

Maria talks about her art: “I started experimenting Light Painting technique about three years ago for an exam at the Academy. It was a real love at first sight, that changed me and my art, opened my eyes to what I really want: find my inner Light. ” The undisputed inspirer of talented Maria Saggese, is Paolo Roversi with its unique treatment of light creating melancholic, ethereal images and the american artist Man Ray, the inventor of Rayographs, photographs obtained by the interposition of the object between the paper and light source.

On 20 and 21 November she will take a photography workshop at “ScuolaSi” in Salerno, two days of art & experiments with light. “Light Painting can make the invisible visible.” . To liberate the imagination, projecting it into a surreal and mystical space. “When I paint with light I find my inner light and my soul.”

Source: il Mattino Salerno, November 1, 2015.


il mattino


.

Annunci

One thought on “Intervista: catturare l’anima attraverso la luce

  1. Pingback: Light Painting per fotografare l’anima, intervista su “Il Mattino” | SalernoRSS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...